Garcia: «La sfida con il Bate è come un derby, non si gioca, si vince». Dzeko: «I gol arriveranno»
+ PER APPROFONDIRE Roma , Garcia , Bate
CALCIO
«Domani metteremo in campo e in panchina 18 ragazzi che daranno tutto per la vittoria. Non c’è altro obiettivo che vincere, questa partita si vincerà sulla voglia e la nostra è immensa. Salah sta bene, non ha 95’ minuti sulle gambe ma è pronto. Mi aspetto che tutti spingeranno nella stessa direzione. Domani si giocherà per dimostrare che la nostra fame non può fare di più. Questa partita è come un derby, non si gioca si vince.»Sono queste le parole del tecnico della Roma Rudi Garcia alla vigilia della partita di Champions League Roma-Bate Borisov Torna la Champions e la Roma è obbligata a vincere per passare il turno e qualificarsi agli ottavi. In uno stadio semi-deserto i giallorossi dovranno affidarsi solo a loro stessi e alle indicazioni di Garcia, per permettere alla società di portare a casa il prezioso bottino riservato alle 16 migliori d’Europa. Con 5 punti nel girone come il Bayer (che affronterà il Barcellona in casa), la Roma potrebbe qualificarsi seconda anche in caso dei vittoria dei tedeschi in virtù del vantaggio sugli scontri diretti (4-4 all’andata, 3-2 al ritorno). Queste le parole del tecnico francese in conferenza stampa alla vigilia del match:

Dzeko, mancano i gol. «Se non segno è solo colpa mia avrei dovuto fare meglio in altre occasioni. Sono positivo per il futuro ed i gol arriveranno».

Garcia, Salah pronto. «La cosa sicura è che lui sta bene, non ha 95’ sulle gambe, ma è pronto».

Garcia, Castan al posto di Ruediger «Delle possibilità ci sono, non solo in difesa ma anche in altri reparti. Abbiamo degli infortunati che non danno tante alternative, domani metteremo in campo e in panchina 18 ragazzi che daranno tutto per la vittoria. Non c’è altro obiettivo che vincere, questa partita si vincerà sulla voglia, e la nostra è immensa».

Dzeko, bilancio sull’esperienza a Roma. «Abbiamo cominciato bene quest’anno e poi stiamo andando male. Noi ci siamo in classifica, dobbiamo far vedere che abbiamo carattere per tornare a buon punto».

Garcia, Pallotta a Roma. «Il presidente sarà con noi, saremo più forti con lui e con i nostri tifosi. Mi aspetto che tutti spingeranno nella stessa direzione. Domani si giocherà per dimostrare che abbiamo fame. Questa partita è come un derby, non si gioca si vince. Dobbiamo dimostrare di poter raggiungere uno degli obiettivi della stagione».

Garcia, le frasi di Sabatini (“Se affonda Garcia affondano tutti”). «Questa dichiarazione dimostra quello che abbiamo già detto, ossia che siamo tutti uniti, che siamo da soli e che dobbiamo lottare per i nostri obiettivi e risultati. La squadra c’è, la società ha dimostrato unità in questo momento in cui la ruota non gira a nostro favore come è successo con il rigore a Torino. La qualità degli uomini deve essere quella di uscire da questo momento sfortunato. Sta solo noi rimettere le cose a posto, parlerà solo il rettangolo verde».

Dzeko, stadio mezzo vuoto. «Abbiamo bisogno del supporto dei tifosi come contro la Juventus e il Barcellona. È importante che ci seguano e ci supportino nel nostro cammino e spero che ritornino a darci una mano».

Garcia, un fallimento non passare. «Penso solo a vincere e domani bisogna vincere, non c’è altro da dire e fare. Non possiamo contare sul pareggio tra Bayer e Barcellona e per poi passare il turno. Il risultato giusto è combattere domani, avere una voglia feroce e passare il girone. Non capita spesso giocare queste partite così importanti, vogliamo essere presenti nel prossimo sorteggio.

Dzeko, simbiosi con condizione Icardi. «Ho giocato in tanti modi e in tante squadre, se uno è forte lo è comunque. Sono critico con me stesso e cercherò di fare meglio».

Dzeko, Roma candidata per lo scudetto. «Se giochiamo come abbiamo fatto le ultime partite non vinceremo lo scudetto. Io sono convinto che si può fare meglio, ma è anche vero che lo scudetto non si può vincere a dicembre».

Garcia, valori di Dzeko non esaltati dalla squadra. «Lui è un grande campione e la squadra gli può dare altri colpi da sparare. Io ho tutta la fiducia in tutti i i giocatori. Siamo il primo attacco della serie A, dobbiamo continuare a produrre gioco e dare occasioni al nostro attacco. Edin farà gol e torneremo ad essere contenti del reparto offensivo, la cosa preoccupante è che la squadra non ha occasioni».

Garcia, squadra impaurita. «Una squadra impaurita non va a Torino a fare un pressing alto tutta la partita. Prima dell’ultima sosta la Roma è buonissima e fortissima, erano tutti belli e fantastici e adesso dopo quattro partite siamo tutti scarsi. Bisogna avere equilibrio senza essere euforici un giorno e depressi il giorno dopo. Domani vogliamo vincere e la stagione è ancora lunga».

PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password

HAI UN ACCOUNT SU UN SOCIAL NETWORK?

Accedi con quello che preferisci

6 commenti presenti
Oggi le chiacchiere vanno messe da parte
e si strilla solo FORZA ROMA sempre e comunque. La Roma e' un amore vero e l'amore vero si puo' anche discutere, ma non si smette neppure per un secondo di amare. DAJEEEEEEEEE.......! Ps Caro cuggino Peter, quando uno se becca na polmonite, non dovrebbe preoccupasse de uno che c'ha un raffreddore. Se lo fa, e' popo daa Lazzio.......:-)).
Commento inviato il 2015-12-09 alle 13:54:49 da Gianc
... e facce 'n piacere.
.... anzi fa 'n piacere a tanti: hai da di' che se scende in campo pe perde, jie infili quattro pallini e poi dai e dimissioni senza vole' l'ingaggio. Cosi' ne fai tre de favori: sgravi a societa', er presidente se mette 'n tasca nantro po' de sordi e... Sabatini oltre a fa ed ds po fa pure l'allenatore e saa canta e saa sona!
Commento inviato il 2015-12-09 alle 11:20:34 da Greyhair
arriva Ventura
...e per voi si fa dura.
Commento inviato il 2015-12-09 alle 10:59:49 da peter rei
un ambiente che ha perso ogni credibilita'
un ambiente affidato a saBBBatini che ha allestito un supermercato laddove l'allenatore e' solo un commesso. Stasera caccia ai soldi della CL augurandosi magari di pescare negli ottavi il Bayern con il quale si puo' affermare che non c'era nulla da fare e ci risparmia la brutta figura contro una squadra ritenuta abbordabile.. Questa e' la Roma oggi. E il tifoso e' un guscio di noce in un mare in tempesta.
Commento inviato il 2015-12-09 alle 10:37:45 da vincenzone
Un consiglio
Invece di far giocare Dzeko,manda in campo Celestino Guardavaccaro del Borgorosso,lui e' piu' veloce e quei gol che si e' divorato il Bosniaco sicuramente li segna.
Commento inviato il 2015-12-08 alle 18:36:31 da jaguar
Piu' che un allenatore
Che ci propina sempre,frasi fatte e anche un po' retoriche avremmo bisogno di un tecnico,che facesse,giocare bene la squadra e non sbagliasse i cambi.
Commento inviato il 2015-12-08 alle 17:56:36 da ubrr
 
VIDEO TOP